La strada dei presepi, San Gregorio Armeno
Trascorrere il Natale a Napoli
23 Dicembre 2017
Neapolitan Week
25 Dicembre 2017

La strada dei presepi, San Gregorio Armeno

Fonte: meteoweb

di Silvia Semonella

Natale è ormai arrivato e ogni napoletano sa che, durante questo periodo, ci sono delle zone della città che diventano quasi impraticabili: una di queste è sicuramente San Gregorio Armeno, famosissima strada del centro storico che, durante il periodo natalizio, viene letteralmente presa d’assalto da turisti e non.

San Gregorio Armeno è anche conosciuta come “la strada dei presepi”, proprio perché qui si susseguono bancarelle e botteghe di artigiani e presepisti che, ormai, sono diventati un’istituzione in città.

Una strada molto particolare

Via San Gregorio Armeno è la strada che congiunge perpendicolarmente due antichi decumani di Napoli: via dei Tribunali (decumano maggiore) e via San Biagio dei Librai (decumano inferiore o Spaccanapoli); si trova, quindi, in pieno cento storico, a poca distanza dal Duomo.

In origine la strada era intitolata a San Liguoro, poi si decise di rinominarla in onore della vicina chiesa dedicata a San Gregorio l’Illuminatore , patriarca d’Armenia.

Fu qui che le monache, che trasportavano il feretro di Santa Patrizia, si fermarono di colpo, come sospinte da un richiamo divino.

L’arte del presepe

Fonte: italytraverlweb

L’arte del presepe napoletano affonda le sue radici in epoca pagana, quando venivano consegnate delle offerte votive consistenti in statuine di terracotta alla dea Cerere, per garantire fertilità.

Nei secoli, la consuetudine si è rinnovata: a Santa Patrizia, protettrice di Napoli, e a San Gregorio, venivano consegnati, come ex voto, statuine raffiguranti l’uomo o la donna cui era stata concessa la grazia. Attorno alla chiesa, dunque, nacquero numerosissime botteghe artigiane specializzate nella realizzazione di statuette con sembianze umane e la tradizione è continuata fino ad arrivare ai nostri giorni.

La famiglia Ferrigno, con le sue varie ramificazioni, possiede varie botteghe a San Gregorio Armeno. Marco è uno dei maestri artigiani più conosciuti, insieme a Genny Di Virgilio, esponente di un’altra celebre famiglia di artisti del presepe.

A San Gregorio è possibile trovare pastori per tutti i gusti: la classica natività (la Madonna, San Giuseppe e il Bambinello), i cui prezzi possono variare a seconda della grandezza e della particolarità della statuetta, ogni tipo di venditore, dal macellaio al pizzaiolo, fino ad arrivare anche a personaggi contemporanei, come i giocatori del Napoli o, addirittura, Chiara Ferragni e Fedez.

A Napoli, tutti hanno la possibilità di finire sul presepe!

Come arrivarci

Il modo più comodo per raggiungere San Gregorio Armeno è in metropolitana: da piazza Garibaldi, con la linea 1 fermata Museo, per poi percorrere via Duomo in discesa; più o meno lo stesso percorso va fatto scendendo alla fermata Cavour della linea 2 (partendo sempre da piazza Garibaldi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: