La Chiesa del Santissimo Redentore, detta Cappella D’Ayala | LoveNaples
La Basilica di San Gennaro Fuori le Mura
28 Gennaio 2018
La Basilica di Santa Lucia a Mare
28 Gennaio 2018

La Chiesa del Santissimo Redentore, detta Cappella D’Ayala

Fonte: wikipedia

di Alessia Giannino

Al Corso Vittorio Emanuele si erge una piccola chiesa che suscita la curiosità di molti, per quanto sia particolare. Si tratta della Chiesa del Santissimo Redentore, chiamata anche Cappella D’Ayala, in quanto voluta da Francesco D’Ayala Valva, che abitava nel vicino palazzo omonimo e riscontrò la mancanza di edifici di culto in quel tratto di corso. Per questo motivo decise di far edificare una chiesa ed affidò il progetto ad Antonio Maresca di Serracapriola il quale, influenzato dall’architettura paleocristiana, decise per uno stile eclettico.

I lavori iniziarono nel 1904 e si conclusero solo 8 anni dopo, nel 1912.

La struttura

La cappella è formata da una navata rettangolare, illuminata da sei finestroni. La facciata si divide in due ordini: il primo è contraddistinto da una porta d’ingresso sormontata da una lunetta, dove è possibile ammirare un agnello sacrificale; nel secondo, invece, si sviluppa una loggetta vetrata, formata da arcate a tutto sesto, al di sopra della quale c’è una lapide in pietra intagliata.

L’interno è decorato da due edicole, una a destra e l’altra a sinistra, e da uno splendido mosaico dorato, che raffigura il redentore benedicente, sul fondo della navata.

Per quanto sia piccola, a questa cappella è annesso anche l’appartamento del parroco ed un salone dove vengono svolte le attività parrocchiali, come il catechismo.

Info
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele 138.
Telefono: 081680917

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: