La Basilica di Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone | LoveNaples
La Basilica di San Giovanni Maggiore
20 Febbraio 2018
Città della scienza: il polo dell’innovazione di Napoli
21 Febbraio 2018

La Basilica di Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone

Fonte: Wikipedia

di Chiara Scaramella

La Basilica di Santa Maria degli Angeli si trova nel cuore del quartiere San Ferdinando, precisamente a Pizzofalcone.

La chiesa venne fondata nel 1587 grazie a Costanza Doria del Carretto, una nobildonna napoletana che donò ai padri teatini i terreni sui quali oggi sorge la struttura.

I lavori iniziarono nel 1600 e terminarono circa dieci anni dopo, seguiti dall’architetto Francesco Grimaldi che optò per una pianta a croce latina. Nel 1684 venne costruita, invece, la facciata che, nel 1775, però, fu purtroppo restaurata, andando completamente a stravolgere il progetto originario eseguito dalle sapienti mani del Grimaldi.

Intorno al 1707 vennero aggiunti nuovi elementi decorativi come, ad esempio, i tre portali sulla facciata che permettono l’ingresso alle altrettante navate della chiesa.

La struttura interna

Gli interni, disposti, come detto, in tre navate a croce latina, sono sormontati da una splendida cupola disegnata dal Grimaldi che, grazie agli appositi finestroni collocati nel tamburo, illumina tutta la chiesa con una luce quasi divina. Lo stile barocco è reso esplicito dalle meravigliose decorazioni e dagli affreschi di Giovan Battista Benaschi che ricoprono, interamente, le maestose volte a botte che sormontano la navata centrale ed il transetto. Quest’ultimo, nei suoi affreschi, raffigura la vita della Vergine mentre, sulle pareti della cupola, è rappresentata la sua incoronazione; purtroppo, alcuni di questi splendidi dipinti sono andati persi a causa dei bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale.

L’altare maggiore è un altro elemento decorativo sul quale è impossibile non soffermare lo sguardo: venne realizzato in stile neoclassico da Giovan Battista Broggia e, sul lato destro, conserva un magnifico quadro di Paolo De Matteis che rappresenta Sant’Andrea in estasi. Ancora molte sono le opere di gran pregio custodite all’interno della basilica: prima fra tutte, all’interno del coro, la tela di Luca Giordano, realizzata nel 1662 e raffigurante San Gaetano; degna di nota è anche la tela appartenete a Massimo Stanzione raffigurante la Vergine Maria, che si trova custodita all’interno della cappella laterale dedicata all’Immacolata.

Per quanto riguarda, invece, le opere scultoree ricordiamo i due splendidi sepolcri scolpiti dalle sapienti mani di Tito Angelini per la famiglia Serra di Gerace, posti nella prima cappella; inoltre, all’interno della chiesa, è presente un monumento dedicato alla memoria del celebre giurista Giuseppe de Gemmis.

La basilica, con la sua posizione panoramica e le sue numerosissime opere d’arte ed architettoniche, merita sicuramente una visita.

Info

Indirizzo: largo S. Maria degli Angeli, 80100, Napoli

Telefono: 0817644974

Orari: 10-12 e 16-18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: