Alberto Angela a Napoli per girare "Stanotte a Pompei" | LoveNaples
Quando Via Toledo si chiamava Via Roma
25 Aprile 2018
Lo Sferisterio di Fuorigrotta: dall’antica magnificenza al degrado
1 Maggio 2018

Alberto Angela a Napoli per girare “Stanotte a Pompei”

Fonti: Ciro Buonajuto (Sindaco di Ercolano) e Galleria Borbonica - Instagram

di Simona Vitagliano

È dal giorno del suo cinquantaseiesimo compleanno (8 Aprile 2018) che Alberto Angela si trova nei dintorni di Napoli.

Inizialmente, sono comparse soltanto alcune foto dei fan sui social, che l’hanno incontrato e si sono immortalati con lui in qualche selfie: dagli Scavi di Pompei a quelli di Ercolano, dalle passeggiate nel Centro Storico alla pausa mangereccia dalla mitica Poppella e alla visita inaspettata alla Galleria Borbonica, tutto è stato ampiamente documentato da scatti e video comparsi in rete; ma c’è voluto un po’ per mettere insieme i pezzi.

Alberto Angela e il suo amore per Napoli

Nel corso degli anni, chi ha seguito le trasmissioni di quello che è, probabilmente, il divulgatore televisivo più amato del momento, sa che moltissimo spazio è stato sempre dedicato alla città di Napoli e a tutto il suo circondario: la splendida Reggia di Caserta, infatti, è apparsa recentemente in “Meraviglie, la penisola dei tesori” e un’intera puntata di “Ulisse, il piacere della scoperta” è stata dedicata proprio alla metropoli partenopea e a tutto l’immenso patrimonio che custodisce.

Quello che mancava era un contributo da un’altra sua trasmissione storica, quella di “Stanotte a…” che esplora le meraviglie delle città italiane più belle, visitate nell’atmosfera notturna.

È così che è nato il progetto “Stanotte a Pompei“, la cui esistenza è saltata fuori proprio durante il periodo partenopeo del conduttore televisivo.

Amatissimo dai napoletani e amante lui stesso della nostra dimensione, Alberto Angela è, infatti, comparso in uno scatto condiviso su Instagram dal Sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, insieme al direttore del Parco Archeologico, Francesco Sirano: “Questa notte sono passato a salutare Alberto Angela, che si trova nella nostra città per girare uno dei suoi meravigliosi programmi che andrà in onda in autunno sulle reti Rai. A nome dell’intera città, l’ho ringraziato per aver consentito a milioni di persone di conoscere la Storia e la Cultura della nostra Ercolano“.

Per ben tre notti di fila sono state effettuate riprese dalle 23 alle 3 del mattino (ma c’è chi è pronto a giurare che siano andate avanti anche oltre questo “inusuale” orario ufficiale) proprio nella fantastica location degli Scavi di Ercolano, a porte blindate e in un’atmosfera assolutamente nuova per i nostri scenari, perlomeno dal punto di vista televisivo.

Altre tappe

Durante questo piccolo tour partenopeo, oltre alle tappe già segnalate, vanno sicuramente menzionate anche quelle nella Chiesa di Santa Luciella ai Librai e in quella dei Santi Filippo e Giacomo (Complesso Museale dell’Arte della Seta), attualmente sotto l’amorevole cura e attenzione dell’associazione “Respiriamo Arte” che cerca di ripristinarle e di renderle nuovamente visitabili per il pubblico, la conferenza tenuta a Sorrento, organizzata dalla Libreria Tasso, e altre riprese effettuate sul Gran Cono del Vesuvio (23 Aprile) e ad Oplontis, a Torre Annunziata (25 Aprile).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: